Bowling for Columbine, l’America oscura di Michael Moore

Stufi del solito film americano ricco solo di finzione e cose talmente assurde che le trovate noiose e volete cambiare genere di intrattenimento sul grande schermo? Michael Moore, con il suo documentario sulla storia americana, ci accompagnerà in un mondo che forse prima non immaginavate nemmeno.

Bowling for Columbine, un viaggio in un mondo assolutamente vero in cui si trova un’America con le mani macchiate di sangue. Scoprirete come l’America cerca subdolamente di nascondere alla maggior parte del mondo il suo lato oscuro, un lato oscuro di cui fa parte la strage avvenuta il 20 aprile 1999 nella scuola superiore Columbine, in Colorado, dove due studenti di 17 e 18 anni una mattina arrivano a scuola armati di fucili automatici calibro nove e uccidono dodici studenti e un insegnante. Alla fine della carneficina i due si suicidano con le loro stesse armi. 

 

Dopo questo terribile fatto, in America è iniziata una lunga riflessione piena di interrogativi sul perché due ragazzi, “sani di mente” fino al giorno prima, abbiano inspiegabilmente fatto quel massacro. Ovviamente le risposte erano le più disparate e assurde. Da questo punto Michael Moore ci accompagnerà in un viaggio all’interno dell’America che non si dimenticherà tanto facilmente, poiché la profondità del tema e il modo in cui il regista ce lo racconta fanno sì che questo sia un documentario degno di essere visto e analizzato con un punto di vista critico.

Re Nero

Lascia un commento