DO UT DES condividere per amare

Nei periodi clou dell’anno quali: pre-Natale, Natale, post-Natale, Capodanno, vari santi ecc… per i meridionali è usanza spedire i pacchi. In cosa consiste questa pratica? I parenti che sono rimasti al sud preparano pacchi enormi stracolmi di cibi tipici da spedire ai parenti lontani, naturalmente al nord o addirittura all’estero.

Li riempiono così di arance, pane, verdure, limoni e tante altre cose. Quando i miei aspettano questo golosissimo pacco, sembrano i cagnolini che aspettano il padrone fuori dal supermercato. Una volta tornato il padrone, la vita sembra migliorare d’improvviso, il sole diventa più giallo, il cielo più azzurro e via dicendo. Incredibile la potenza che un pezzo di cartone suscita nelle persone eh? Il più delle volte su questi cartoni ci sono delle scritte tipo “Prodotti della terra baciati dal calore del sole della Sicilia sulla tua tavola”. Ed è subito sole, cuore, amore. Ma come farebbero le persone di origine meridionale senza i loro cari parenti che li pensano? Così, pieni di riconoscenza, si avvia il processo del “do ut des”. Nel mio caso in particolare avviene questo: la zia Ninuccia con lo zio Calogero ci spediscono i ‘’maccarruna’’; la zia Rosetta con lo Zio Carmelo frutta e pane. Altri zii con nomi tipici, altri cibi tipici (insomma, avete capito come funziona).
Quindi arriva il postino, scendiamo di corsa e firmiamo per la conferma di consegna. Già in ascensore con unghie e denti si cerca di aprire lo scotch e nel frattempo l’olfatto diviene più sviluppato. Si entra così in casa e sbavando si apre il cartone e si incomincia ad assaggiare, ma non troppo perché servono per il pranzo delle feste. Quindi la mamma ci strappa dalle mani le varie prelibatezze e le sistema nella dispensa. Ci raccomanda di avere tanta forza di volontà per non finire tutto subito. Così, contemporaneamente, si incomincia a confezionare un pacco “da su”. Ecco il processo di cui parlavo prima. Quindi, i miei riempiono il pacco di speck, strudel, mele, succo di mela ecc… e con fierezza lo spediscono. Pensate che c’è stato un periodo dove a recapitarci il pacco era sempre lo stesso postino, che già sapeva che avrebbe ricevuto una manciata di agrumi in cambio della gentilezza che aveva di portarci il pacco direttamente davanti alla porta di casa. Insomma, un pacco apprezzato da tutti.

Rey