FACEBOOK ANCHE PER I PIU’ PICCOLI: INNOVAZIONE O RISCHIO?

Molti social si stanno attrezzando sempre di più per creare nuove piattaforme, adatte perlopiù a ragazzi che non hanno ancora raggiunto la maggiore età o comunque ancora più giovani.

 

Dopo YouTube Kids e Messenger Kids, potrebbe arrivare anche una versione di Instagram per “under 13”, un contesto protetto anche dalla legge europea sulla privacy, in cui i dati personali, con l’avvento dei social network, stanno diventando problematici. Il tema riguardante la privacy sta diventando sempre di più oggetto di discussione. Recentemente, a seguito dell’intervento del Garante Privacy, gli sviluppatori della nota applicazione TikTok hanno dovuto richiedere l’età degli utenti; i profili iscritti con meno di 13 anni sono stati immediatamente cancellati. L’obiettivo di Instagram è quindi, quello di creare un ambiente controllato e supervisionato dai genitori,
oltre a quello di cercare di difendere i dati personali dei minori, presenti su queste piattaforme online. Nel 2019, la Federal Trade Commission americana ha inflitto una multa di 170 milioni di dollari a Google per aver raccolto dei dati di minori su YouTube, senza il consenso dei genitori, per mostrare loro annunci rilevanti. Nel 2017 Facebook aveva già adottato questa modalità, rilasciando una versione speciale di Messenger per bambini. Questo esperimento non è stato del tutto eccellente; alcuni anni dopo la realizzazione, Facebook è dovuto intervenire su alcuni bug, che si erano creati all’interno dell’applicazione di Messenger. Questi consentivano ai
bambini di poter massaggiare con persone adulte, senza il consenso dei genitori. Mark Zuckerberg, fondatore di Facebook, è stato anche aspramente criticato da diverse associazioni, per quanto riguarda lo sviluppo di questa piattaforma. Le critiche rivolte riguardavano il troppo prematuro utilizzo di queste applicazioni da parte dei bambini, e che quindi potevano nuocere al loro sviluppo di crescita. Bisognerà vedere poi in futuro se queste innovazioni porteranno a qualcosa di realmente utile e sicuro per i ragazzi più giovani, o se sarà qualcosa di effimero e poco concreto.

M.M