IL FESTIVAL un’occasione per crescere

Dal 1951 ogni anno si svolge a Bolzano una manifestazione studentesca, organizzata dai volontari dell’associazione Artist club, chiamata “festival studentesco”, che offre la possibilità di competere per la propria scuola in diverse discipline artistiche.

Circa 750 studenti delle scuole superiori di Bolzano partecipano per vincere e portare in alto la coppa e il nome della propria scuola.
Quest’anno sarà il cinquantesimo anno del festival studentesco, perciò sarà un evento particolarmente significativo nel quale potranno partecipare anche ex studenti della propria scuola.
Uno dei maggiori fattori del successo della manifestazione è l’entusiasmo ma anche la passione, la competizione con le altre scuole, la voglia di vincere e di divertirsi.
Si conoscono un sacco di persone, nascono nuove amicizie, i legami si rafforzano, insomma il festival unisce le persone, grazie alle forti emozioni e accresce quasi a dismisura il senso di appartenenza alla propria scuola.
Partecipare al festival non significa solamente salire sul palcoscenico ed esibirsi ma è il risultato del lavoro di mesi, della creazione di un progetto che va condiviso, discusso, provato, riprovato e portato a termine. Dopo i numerosi sforzi giunge quel momento in cui in pochi minuti,
accompagnato da un milione di emozioni che combattono tra di loro, con l’ansia e l’agitazione ti giochi il lavoro e la costanza di tanti mesi. Ma nonostante il risultato, nonostante tutto nulla può sostituire la sensazione che si prova una volta scesi da quel palco. Il cuore continua a batterti fortissimo ma l’ansia sparisce e ti senti vivo, come se avessi una enorme forza, un coraggio smisurato.
Per questo motivo tutti dovrebbero partecipare. È una grandissima occasione che dà la possibilità esprimerci a 360 gradi, dimostrare chi siamo, metterci in gioco e scoprire qualche talento nascosto che in qualche modo potrebbe anche cambiare la nostra vita.
“Mi chiamo Chamroen Podini” Dice nell’intervista il rappresentante del festival studentesco del L.E.S. S. Pertini. “Per me il festival è tanto divertimento e tanta condivisione. Devo dire che per quanto la nostra scuola sia piccola ed ogni anno abbia pochi partecipanti è piena di energia e tanta voglia di fare.
Sono quattro anni che partecipiamo ed ogni anno il legame e le emozioni crescono con noi. Essendo il coordinatore della categoria Danza Moderna posso dire che tutto sommato come qualsiasi altra categoria sottrae diverso tempo, appunto essendo un’attività extra scolastica ci vuole impegno e costanza come in ogni altra cosa, ricordandosi di non trascurare gli studi. E per quanto in certi momenti possa sembrare faticoso alla fine l’emozione che viviamo a lavoro ultimato è sempre fortissima e molto positiva.
Partecipando con Il liceo Pertini ormai da quattro anni posso confermare che condividere un palco con gli iscritti di questa scuola è sempre un’emozione stupenda. Alla domanda “perché dovrei partecipare al festival?” posso rispondere: perché insegna a crescere, condividere e permette di conoscere un sacco di persone, che magari già si conoscevano, sotto un aspetto completamente nuovo ed artistico.”

Luna