SALVA TUO FIGLIO!

Negli ultimi tempi avrete sicuramente sentito di ragazzi giovanissimi che fumano, bevono, fanno uso di stupefacenti, e si cimentano nel gioco d’azzardo. Questi ragazzi sono gli adulti del domani, rappresentano la società che verrà, e decidono di buttare all’aria la loro vita per degli inutili vizi, da molto tempo principali piaghe della civiltà.

<p style=”text-align: justify;”> Ma vi siete mai chiesti per quale motivo le persone finiscano in questa rete intricata rovinandosi inconsciamente? I motivi sono molti: capita di iniziare la propria carriera di fumatore solo accettando una sigaretta dal proprio compagno di classe, diventare un alcolizzato facendosi il primo “bicchierozzo” a una festa con gli amici, un drogato sniffando una striscia di coca per una scommessa, o dipendente dal gioco d’azzardo facendosi un giro al casinò e una partitina alla slot-machine giusto “per provare”. Alcuni decidono di evitare i loro problemi, o affrontarli scaricando lo stress in vizi che credono li faccia sentire meglio, quando in realtà accade l’esatto contrario. Altri invece ci cascano deliberatamente dopo aver sviluppato un senso di non appartenenza al mondo, si sentono isolati da qualsiasi cosa e cercano consolazioni. Il problema diventa più radicale quando si viene a sapere che, nell’ottica di un adolescente, le precedenti azioni non sono gravi, anzi, le trovano addirittura “fiche”. Malgrado ciò, la colpa non ricade sui ragazzi, ma sui loro genitori. Un genitore ha l’obbligo legale e morale di insegnare ai propri figli il giusto e lo sbagliato, le cose da fare e le cose da non fare. Per il momento sembra portare scarsi risultati. La maggior parte addirittura si beffa di loro e continua imperterrita coi loro vizi all’insaputa della famiglia, conciliandosi con altri adolescenti che condividono la stessa situazione. Lancio un appello a tutte le famiglie che stanno visionando la mia critica alla società odierna: siate maggiormente presenti per i vostri figli, sono letteralmente il futuro. Non lasciate che per qualche scelta stupida presa alla leggera si rovinino definitivamente la vita. Una volta entrati nel giro è quasi impossibile uscirne!<em> <!–more–></em></p><em>

Ma vi siete mai chiesti per quale motivo le persone finiscano in questa rete intricata rovinandosi inconsciamente? I motivi sono molti: capita di iniziare la propria carriera di fumatore solo accettando una sigaretta dal proprio compagno di classe, diventare un alcolizzato facendosi il primo “bicchierozzo” a una festa con gli amici, un drogato sniffando una striscia di coca per una scommessa, o dipendente dal gioco d’azzardo facendosi un giro al casinò e una partitina alla slot-machine giusto “per provare”. Alcuni decidono di evitare i loro problemi, o affrontarli scaricando lo stress in vizi che credono li faccia sentire meglio, quando in realtà accade l’esatto contrario. Altri invece ci cascano deliberatamente dopo aver sviluppato un senso di non appartenenza al mondo, si sentono isolati da qualsiasi cosa e cercano consolazioni. Il problema diventa più radicale quando si viene a sapere che, nell’ottica di un adolescente, le precedenti azioni non sono gravi, anzi, le trovano addirittura “fiche”. Malgrado ciò, la colpa non ricade sui ragazzi, ma sui loro genitori. Un genitore ha l’obbligo legale e morale di insegnare ai propri figli il giusto e lo sbagliato, le cose da fare e le cose da non fare. Per il momento sembra portare scarsi risultati. La maggior parte addirittura si beffa di loro e continua imperterrita coi loro vizi all’insaputa della famiglia, conciliandosi con altri adolescenti che condividono la stessa situazione. Lancio un appello a tutte le famiglie che stanno visionando la mia critica alla società odierna: siate maggiormente presenti per i vostri figli, sono letteralmente il futuro. Non lasciate che per qualche scelta stupida presa alla leggera si rovinino definitivamente la vita. Una volta entrati nel giro è quasi impossibile uscirne!

 

Ade