Stagione 2015/2016 la pallavolo ci aspetta in campo

Manca poco all’inizio della nuova stagione pallavolistica in regione, le società sono a buon punto con la preparazione atletica in vista della stagione che si preannuncerà dura e intensa. Impegnativo sarà il lavoro anche per gli arbitri Fipav nel divincolarsi tra regole e nuove squadre.

Si torna indietro, la federazione di pallavolo ha deciso di ripristinare la regola sanzionatoria del tocco alla rete. Fino all’anno scorso era fallo quando il giocatore/giocatrice toccava la banda superiore della rete, mentre ora, si fischierà quando il giocatore che partecipa all’azione toccherà qualsiasi parte della rete all’interno delle astine. Altra novità riguarda la seconda divisione, unificata alla prima per creare una prima e unica divisione di circa 18 squadre.

Da quest’anno anche Bolzano dimostrerà le sue capacità di gioco a tutta Italia con la società Neruda, neo promossa in campionato A1. La società arricchitasi di molti acquisti importanti: uno su tutti l’oro olimpico brasiliano Marianne Steinbrecher, classe 1983. La squadra conferma fiducia all’allenatore Fabio Bonafede, vittorioso con il team lo scorso campionato. Altra squadra da ricordare in regione è la società AVS militante in B1, società che è attiva da pochi anni, ma che si è distinta per gioco e meriti.

La Fipav di Bolzano, per garantire tutti i campionati di sua competenza, da mercoledì 7 ottobre investe con il corso formativo nuovi arbitri federali. 14 lezioni per formare i nuovi arbitri del futuro. Un corso completamente gratuito a cui tutti coloro che hanno compiuto 16 anni, abbiano superato il corso segnapunti e il corso di abilitazione, possono partecipare.

Nella pallavolo raramente si assiste a risse e azioni scorrette, uno sport d’emozioni e sano ambiente, ma ancora poco seguito dal grande pubblico. Azioni trasversali dalla federazione e dalle squadre che meriterebbero riconoscenza e iniziativa, infondo una palla tonda da seguire sospesa in aria ha lo stesso fascino di tacchetti, rigori e zone cesarini.

Joker

Lascia un commento