LOTTA SCUDETTO: TRIONFO MILAN, VITTORIA INFELICE PER L’INTER

Lo scorso 22 maggio si è giocata l’ultima giornata di campionato di Serie A della stagione 2021/2022.

La maggior parte delle squadre non avevano più nulla da chiedere, mentre erano ancora del tutto aperte la corsa salvezza e la corsa scudetto. Per quanto riguarda la prima erano rimaste ancora in lotta la Salernitana, a 31 punti, e il Cagliari, a 29; di conseguenza i sardi erano costretti a vincere contro un Venezia ormai certo della retrocessione, mentre alla Salernitana bastavano 2 risultati utili per la salvezza certa, contro l’Udinese già ampiamente salvo. Al termine delle due gare sono stati proprio i salernitani a festeggiare una salvezza che fino a pochi mesi prima sembrava un’utopia. Infatti, nonostante la loro pesante sconfitta per quattro a zero, il Cagliari non è riuscito ad andare oltre il pareggio a Venezia, condannandolo di fatto alla retrocessione. Nonostante quella tra Salernitana e Cagliari sia stata una lotta a distanza avvincente, la scena è stata presa dalle due milanesi, in lotta per un combattutissimo scudetto. Le due compagini erano solamente a 2 punti di distanza l’una dall’altra; a comandare la classifica era il Milan, che in caso di
pari punti, al termine del campionato avrebbe avuto la meglio per gli scontri diretti a favore sugli storici rivali. Ad inseguire invece era l’Inter, costretta a vincere contro la Sampdoria e sperare in una sconfitta del Milan a Sassuolo. Sebbene ci fosse un’atmosfera tesa, il Milan è riuscito a chiudere la pratica già nel primo tempo, con una doppietta di Giroud e un gol di Kessie, nella sua gara di addio. Da sottolineare inoltre la prestazione monstre di Leao, condita da 3 assist e in segno di una stagione incredibile, giocata ad altissimi livelli. La vittoria dell’Inter per tre reti a zero è risultata di fatto inutile. Al termine della partita a Sassuolo i tifosi rossoneri sono esplosi dalla gioia, tanto da invadere il campo per abbracciare i giocatori e per festeggiare l’interruzione di un lungo digiuno scudetto, che durava da ben undici anni. Tra i giocatori copertina di questo scudetto compaiono il portiere Mike Maignan che non ha fatto rimpiangere Donnarumma, venendo anche premiato come portiere MVP della Serie A,
Sandro Tonali, che ha dimostrato una netta crescita rispetto alla deludente scorsa stagione, Olivier Giroud, con i suoi gol, risultati decisivi nei momenti clou della stagione e infine Rafael Leao, premiato come giocatore della stagione di Serie A, dopo aver offerto per tutto l’arco della competizione giocate da fuoriclasse assoluto. Degno di nota anche il lavoro di Paolo Maldini, Stefano Pioli e Zlatan Ibrahimovic, coloro che sono stati la base su cui il Milan si è affidato per tornare nuovamente grande. I festeggiamenti non si sono limitati in campo a Reggio-Emilia, ma anche nelle restanti piazze d’Italia, letteralmente invase da un tripudio di tifosi milanisti.  Gli stessi giocatori, dopo essere tornati a Milano, hanno voluto festeggiare il diciannovesimo scudetto con i propri tifosi, girando per tutto il capoluogo lombardo su un pullman scoperto, in cui ovviamente non sono potuti mancare gli sfottò nei confronti dei rivali neroazzurri.

Thiago