Possibile indizione per la chiusura del Twenty, che impatto ha sui giovani?

Il Twenty, uno dei centri commerciali più frequentati a Bolzano, è a rischio di chiusura a causa dell’illegittimo ampliamento della struttura, che ha avuto negli ultimi tempi.


Il colosso Aspiag (l’azienda proprietaria dei Despar) avrebbe dalla sua un progetto di amministrazione di un centro commerciale in zona industriale in via Buozzi per garantire la sostituzione del megastore di Podini.Tuttavia la costruzione di un nuovo edificio richiederebbe l’esercizio di molto tempo e Bolzano resterebbe priva di un centro di aggregazione e commercio molto importante.Nella nostra città, infatti, non ci sono particolari luoghi di incontro o eventi di intrattenimento per i giovani e quelli che vengono organizzati coinvolgono per lo più persone adulte,Attualmente il Twenty include vari negozi in cui ragazzi possono fare shopping come Mediaworld, Bershka, Pull&Bear, oltre alla presenza dell’Uci cinema che gli permette di guardare i nuovi film in programmazione e passare un momento di svago insieme.

Il centro commerciale di marchio Podini è inoltre un luogo dove gli studenti si ritrovano insieme per pranzare dopo la scuola e per trascorrere il pomeriggio insieme.Oltre ad essere un punto di riferimento per i giovani, il Twenty è molto frequentato anche dalle famiglie che possono fare acquisti e mangiare insieme nello stesso posto.Il sindaco di Bolzano Caramaschi dalla sua ha aggiunto che sul caso Twenty interverranno un gruppo di tecnici specializzati in ambito giuridico per consigliare alla Provincia le azioni più consone da intraprendere.Questi tecnici interverranno dunque per cercare di impedire la decostruzione del megastore. Al momento il provvedimento sembra sospeso per cui i cittadini di Bolzano possono tirare un sospiro di sollievo perché i loro acquisti in vista delle feste natalizie sono salvi.

Fred.